Caf-Confesercenti rinnova convenzione con Inps per modelli RED e INV.CIV.
Caf Confesercenti ha sottoscritto con l'Inps la nuova convenzione per la campagna ordinaria 2018 e solleciti 2017 per i RED e INV.CIV.

  • 5 dicembre 2018

La sostanziale novità di quest'anno riguarda, per entrambi i modelli, l'acquisizione e conservazione della delega specifica allo svolgimento del servizio. Le deleghe sono numerate in un apposito registro cronologico con l'indicazione dei dati anagrafici dei deleganti e del numero progressivo e data della delega.

Un altro elemento di rilievo riguarda i modelli ICRIC: infatti questa convenzione prevede che a partire da quest'anno le informazioni relative ai ricoveri gratuiti non siano più elaborate tramite Caf, ma siano inviate direttamente all'Istituto dal Ministero della Salute. Al contrario per i solleciti 2017 saranno ancora richiesti i suddetti dati tramite Caf.

Il modello RED risulta necessario per la verifica e conoscenza delle condizioni per l'erogazione di prestazioni collegate al reddito dei pensionati e consente l'accertamento dei diritti alla prestazione previdenziale.

Sulla base della valutazione e della compilazione del modello RED, quindi, รจ previsto il collegamento di prestazioni erogate in base al reddito posseduto oltre che direttamente dal pensionato, in alcuni casi, anche da quello del coniuge e dei figli. Da qui, la necessità di dichiarare, tramite il modello RED, la sussistenza dei requisiti reddituali che possono condizionare sia il diritto alla prestazione sai la relativa misura.

I modelli INV.CIV. sono quelli inerenti agevolazioni per gli invalidi civili. L'invalidità civile, infatti, deve essere accertata e riconosciuta ed a seconda del grado d'Invalidità si ha diritto alle varie prestazioni.

Invalido civile viene riconosciuto chi:

  • ha tra i 18 e i 65 anni e riporta menomazioni congenite o acquisite, anche a carattere progressivo che portano ad una riduzione della capacità lavorativa non inferiore a 1/3;
  • il minore di anni 18 con difficoltà persistenti a svolgere compiti e funzioni proprie dell'età;
  • il cittadino con più di 65 anni con difficoltà a svolgere i compiti e le funzioni proprie della sua età.

Trova la sede più vicina a te!